E ti chiamaron matta (ristampa 2018)

by Alessio Lega

supported by
danilomelideo
danilomelideo thumbnail
danilomelideo Apprezzo molto l'intera produzione artistica di Alessio, ma se dovessi proprio scegliere quali sono i suoi lavori che più mi hanno emozionato direi: L'interpretazione dell'album di Gianni Nebbiosi "E ti chiamaron matta" e la struggente composizione su Mastrogiovanni. Quindi un album che contiene entrambe le cose è semplicemente un gioiello!
vannidg
vannidg thumbnail
vannidg Mi sento deluso dal fatto che ho scaricato la versione numerica ma senza libretto... Che peccato!!!!
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Purchasable with gift card

      €7.99 EUR  or more

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    E' uscita la ristampa di “E ti chiamaron matta”, il disco che io e Rocco Marchi registrammo dieci anni fa. Si tratta di sei brevi canzoni di Gianni Nebbiosi pubblicate all’inizio degli anni Settanta e da allora introvabili. La foga di riproporre questa testimonianza sull’orrore manicomiale e su quello che Basaglia chiamò “morire di classe” ci spinse a questo lavoro breve, sobrio (uscito senza alcun libretto) e lancinante.

    Oggi, a quarant’anni dalla Legge 180, in un clima che ci pare sempre fosco, dove la “rivoluzione basagliana” viene decapitata delle sue ragioni sociali, dove da una parte si muore e si può usare il TSO come un arresto, dall’altra si vive di chimica ineluttabile, quelle canzoni sono forse ancora una dolorosa speranza.

    Abbiamo voluto aggiungere la lunga Cantata in sei parti “Mastrogiovanni”, uno dei miei lavori più cupi e impegnativi, rimasta inedita perché totalmente legata nella mia testa alle “canzoni dei matti”. L’elemento di gioia sta nella condivisione di quel brano con Ascanio Celestini, che abbandonò per un giorno la Mostra di Venezia, dove presentava il suo primo film, per cantarla con noi.

    Il libretto questa volta è curatissimo, oltre tutti i testi, foto inedite, due presentazioni dell’autore Nebbiosi e un mio scritto, contiene una vertiginosa messa a punto della questione dello psichiatra/scrittore Piero Cipriano, che col suo lavoro e coi suoi libri pubblicati per Eleuthera è diventato punto di riferimento e di dibattito fra l’idea della cura e L’Utopia libertaria.

    Includes unlimited streaming of E ti chiamaron matta (ristampa 2018) via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ... more
    ships out within 5 days

      €15 EUR or more 

     

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
T.S.O. 05:01
10.
11.
12.

about

E' uscita la ristampa di “E ti chiamaron matta”, il disco che Alessio Lega e Rocco Marchi registrarono dieci anni fa. Si tratta di sei brevi canzoni di Gianni Nebbiosi pubblicate all’inizio degli anni Settanta e da allora introvabili. La foga di riproporre questa testimonianza sull’orrore manicomiale e su quello che Basaglia chiamò “morire di classe” ci spinse a questo lavoro breve, sobrio (uscito senza alcun libretto) e lancinante.

Oggi, a quarant’anni dalla Legge 180, in un clima che ci pare sempre fosco, dove la “rivoluzione basagliana” viene decapitata delle sue ragioni sociali, dove da una parte si muore e si può usare il TSO come un arresto, dall’altra si vive di chimica ineluttabile, quelle canzoni sono forse ancora una dolorosa speranza.

Gli artisti hanno voluto aggiungere la lunga Cantata in sei parti “Mastrogiovanni”, uno dei lavori più cupi e impegnativi di Alessio Lega, rimasta inedita perché totalmente legata nella mia testa alle “canzoni dei matti”. L’elemento di gioia sta nella condivisione di quel brano con Ascanio Celestini, che abbandonò per un giorno la Mostra di Venezia, dove presentava il suo primo film, per cantarla con loro.

Il libretto questa volta è curatissimo, oltre tutti i testi, foto inedite, due presentazioni dell’autore Nebbiosi e uno scritto di Alessio, contiene una vertiginosa messa a punto della questione dello psichiatra/scrittore Piero Cipriano, che col suo lavoro e coi suoi libri pubblicati per Eleuthera è diventato punto di riferimento e di dibattito fra l’idea della cura e L’Utopia libertaria.

credits

released May 5, 2018

license

all rights reserved

tags

about

Alessio Lega Italy

Alessio Lega è uno dei cantautori più conosciuti e stimati della sua generazione, ma è anche uno scrittore e militante anarchico.
Scrive canzoni, canta, suona la chitarra, ha pubblicato dischi e libri a proprio nome e partecipato a decine di opere collettive. Ha messo in scena centinaia di spettacoli, conferenze e concerti sulla canzone d’autore mondiale e sulla musica popolare e d’impegno.
... more

contact / help

Contact Alessio Lega

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Report this album or account

If you like Alessio Lega, you may also like: